Nicola Pisaniello

Image

Nicola Pisaniello (Cervinara, 8 novembre 1975) è un tenore italiano. Ha studiato con Arrigo Pola, già maestro di Luciano Pavarotti per poi seguire corsi con il tenore Carlo Bergonzi. Si è successivamente perfezionato con Alfredo Pinardi nella città di Milano. Sin dai suoi primi debutti ha interpretato ruoli di agilità come Lindoro nel Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini, il principe Ramiro nella Cenerentola includendo capolavori di musica sacra dello stesso autore come lo Stabat Mater e la Petite Messe Solennelle. Degna di nota è l'esecuzione del canto Cunt 'e Natale, scritta da E. A. Mario nel 1917 e pubblicata la musica da Strenna Azzurra nel 1918; Nicola Pisaniello inserisce questo pezzo come bis in un concerto presso il teatro di corte della Reggia di Caserta nel 2001. Il 27 marzo 2006 si impone al primo posto nel concorso internazionale "Primo Palcoscenico" indetto dal Conservatorio Bruno Maderna di Cesena, aggiudicandosi il ruolo di Ferrando nella Così fan tutte di Mozart per il quale fu definito dalla critica, rivista L’Opera: un autentico fuoriclasse. Nello stesso anno, in agosto apre la stagione lirica presso il teatro greco di Taormina vestendo i panni del protagonista Don Ottavio nell'opera Don Giovanni di Mozart con la regia del basso/baritono Simone Alaimo. Musicista ragguardevole(pianista strumentista), ha sviluppato nel tempo la necessaria cavità vocale per affrontare ruoli come Edgardo nella Lucia di Lammermoor (per il quale ebbe un notevole successo di critica e di pubblico presso il festival di Avenches nell'agosto del 2010) e Gennaro nella Lucrezia Borgia di Gaetano Donizetti (nel 2009 presso il Cervinara Opera festival e nel 2016 presso il teatro Serpente Aureo di Offida). È stato docente di Masterclass internazionali di perfezionamento vocale presso i conservatori Xi'an in Cina i giorni 9/10/11 novembre del 2013 e presso il conservatorio di Tianjin sempre in Cina il 7 novembre del 2013. E presso il conservatorio di Carabobo in Venezuela dal 6 al 10 novembre del 2008 Nel 2009 apre la stagione lirica presso il teatro Dante Alighieri di Ravenna vestendo i panni di Geminio nell'opera Tito Manlio di Antonio Vivaldi. Puro Belcantista, ha interpretato i ruoli donizettiani di Ernesto nel Don Pasquale (nel 2010 presso il Teatro Sociale di Brescia e nel 2014 presso il Teatro Luigi Pirandello di Agrigento) e Nemorino nell’Elisir d’amore. Nel repertorio sono inclusi anche ruoli verdiani come il Duca di Mantova nel Rigoletto per il teatro Gesualdo di Avellino (19 e 20 febbraio 2008), Ismaele nel Nabucco per il teatro Grande Romano di Pompei affiancando il soprano greco Dimitra Theodossiu il 19 e il 21 settembre 2015 Per duttilità vocale ha affrontato il ruolo di Manrico nel Trovatore di Giuseppe Verdi presso il teatro di Vevey con la regia di Patricia Panton nell'aprile del 2013. Inoltre ha interpretato il ruolo di Alfredo nella Traviata di Giuseppe Verdi per l'estate novarese realizzata dal teatro Coccia di Novara. Ha cantato opere in francese come L'Amant Anonyme di J. Boulogne nel ruolo di Coline nel 2015 per il teatro Atrium e Saint Pierre di Martinica, la Cendrillon di Pauline Viardot nel ruolo di le Prince per l'ente del Luglio Musicale Trapanese. Degne di nota sono le sue interpretazioni nel repertorio settecentesco come Alcimo nella Debora e Sisara di Pietro Guglielmi eseguito in prima mondiale (presso teatro Guglielmi di Massa il 15 maggio 2015 e presso auditorium Santo Stefano al Ponte in Firenze il 16 maggio 2015) e Don Pelagio nella Canterina di Franz Joseph Haydn (presso teatro consorziale di Budrio nel 2000) Il 9 e l'11 ottobre 2015 ha interpretato sia Zeffirino che Gelsomino nel Viaggio a Reims di Rossini presso il Teatro Coccia di Novara, trasmesso da SKY. Nell'agosto del 2016 viene invitato dal soprano Katia Ricciarelli per sostenere il ruolo di Lindoro presso l'Anfiteatro Romano di Lecce.